Notizie

Martedì 27 Marzo Bosnia Express

Il mercoledì si sposta al martedì per un appuntamento speciale, dopo l’incontro dello scorso anno con Elvira Mujcic (Al di là del caos, cosa rimane dopo Srebrenica) torniamo a parlare di Bosnia e lo facciamo a pochi giorni dalla partenza dei ragazzi del Liceo Angoletti di Campi Bisenzio e del Centro Adolescenti Canapè  per il Viaggio della Memoria nei Balcani, un viaggio che toccherà i luoghi più importanti del conflitto Serbo-Bosniaco, ma anche alcune delle città più belle di un paese ancora pieno di energia e vitalità.
E ne parliamo ovviamente grazie a un libro, Bosnia Express di Luca Leone, un libro che pagina dopo pagina diventa un viaggio in un Paese deragliato, ridotto economicamente e culturalmente in ginocchio e squassato dai nazionalismi e dalle contrapposizioni di credo, ma ciò nonostante capace di sorprendere.

BOSNIA EXPRESS
Incontro con Luca Leone

Martedì 27 Marzo ore 21
Teatro Dante di Campi Bisenzio

“Luca Leone parla di dinamiche e di giochi di potere in cui tutti i bosniaci sono costretti a vivere. Descrive Sarajevo utilizzando vividi flash esplicativi. Illustra il panorama religioso e gli interessi che sottostanno alla (ri)costruzione dei luoghi di culto e non solo. Parla sia di interessi economici e di investimenti internazionali sia delle risorse naturali bosniache. Descrive le condizioni lavorative lecite e illecite come anche le condizioni e i tempi della giustizia…”. (Sabina Langer)

“Luca Leone non ci consegna un libro, ci dà uno schiaffo. Lui che bosniaco non è ha il candore di indignarsi ancora davanti alle fosse comuni terziarie di Srebrenica, di arrabbiarsi per le scorie tossiche colate a picco dai francesi nel lago di Buško, di commuoversi davanti alla splendida natura bosniaca, anche se ancora da sminare e forse solo per questo non contaminata, appiattita sotto una coltre di malta, strappata per far largo a torri di hotel”. (Francesco De Filippo)

“L’espressione o lo stato d’animo di Luca Leone è quello del disinganno, della disillusione nei confronti di un Paese che ha girato le spalle a se stesso, in un post-conflitto nel quale denaro, successo e crimine hanno rapidamente preso il posto della giustizia, della verità e della solidarietà”. (Riccardo Noury)

Tags: , , , , , , , ,

Comments are closed.